La ricetta delle frittelle di carnevale della Pasticceria Tagliafico

12/022018
tagliafico-72

Un dolce può essere buono e raffinato, buono e irresistibile o buono e tradizionale. Le frittelle di carnevale sono buone e allegre perché con la loro golosa semplicità descrivono tutto lo spirito di questa festa. Già la loro semplice preparazione diventa un’occasione per divertirsi assieme ai bambini. Armateli quindi di cucchiai e fatevi aiutare a dosare e a mescolare gli ingredienti, sbizzarrendovi con loro su come insaporirle.

Ingredienti e dosi per 8 persone

  • 250 grammi di acqua
  • 125 grammi di burro
  • 125 grammi di farina manitoba
  • 3 o 4 uova
  • 5 grammi di sale
  • Olio per friggere
  • Zucchero semolato
  • Aromi (vaniglia, limone o arancia)
  • A vostra scelta uvetta, frutta candita, pezzi di mela, marmellata, crema al cioccolato o crema pasticciera per farcire.

Preparazione

Setacciate la farina per togliere eventuali grumi mentre in un pentolino scaldate l’acqua assieme al burro e al sale. Quando l’acqua avrà iniziato a bollire toglietela dal fuoco e versate la farina. Rimettete sul fornello e mescolate energicamente con un cucchiaio di legno fino a quando non si sarà formata una pastella omogenea, che deve staccarsi dalle pareti senza essere troppo asciutta. Versate quindi l’impasto in una scodella.

Aggiungete l’aroma che preferite (vaniglia, limone o arancia) e le uova, tenendo presente che il loro numero dipende da come condirete le vostre frittelle. Tre uova saranno sufficienti se volete farcirle con creme o marmellata. Di più le renderebbero molli. Per frittelle insaporite con ingredienti più asciutti come uvetta, canditi o pezzi di mela servono invece quattro uova.

Le frittelle si prestano a tante variazioni quante ne può suggerire la vostra fantasia. Il nostro consiglio è di aggiungere inizialmente tre uova, amalgamandole con cura una per una, e di dividere poi l’impasto a metà. La prima parte sarà destinata ad essere farcita con le creme che preferite. Mescolate invece la seconda metà con un altro uovo aggiungendo poi l’ingrediente asciutto scelto per insaporirle.

Con la tasca da pasticcere o con un cucchiaino formate delle palline e fatele cadere in abbondante olio bollente. Quando saranno dorate raccoglietele con una schiumarola e fatele sgocciolare. Se dovete farcirle non aspettate che si raffreddino troppo ma riempitele subito con la siringa. Infine decoratele facendole rotolare su un foglio di carta da cucina su cui avrete steso uno strato di zucchero semolato.

Servitele tiepide e ricordatevi che le piccole follie di queste giornate concedono anche uno strappo alla dieta.

Prodotto citato