La ricetta del Khao mao tod thailandese

04/062018
khao-mao-tod

Uno degli aspetti gastronomici della Thailandia che ho potuto approfondire durante il mio viaggio dello scorso maggio (vedi Un panettone... made in Thailandia) è stato quello dei venditori ambulanti di cibo, onnipresenti sia nelle strade delle grandi città che nei piccoli villaggi. Ai turisti possono sembrare solo una nota di colore locale ma per i thailandesi sono una risorsa quotidiana fondamentale, perché non rappresentano solo un’occasione per godersi il piacere di uno stuzzicante street food ma anche un modo economico per consumare il pasto più importante della giornata.

Il menù è ampio e diversificato: minestre a base di noodles, una pasta a base di riso simile agli spaghetti, carne grigliata come il Gai yang, pollo con contorno di riso e papaya, e molti piatti fritti identificabili grazie al termine tod. A questo proposito vi consiglio il Tua mai tod. Basta vederlo per capire che si tratta di bachi da seta fritti, ma se riuscirete a vincere i vostri pregiudizi scoprirete che sono una vera delizia, dolce e croccante.

Per chi desidera invece un dolce fritto più tradizionale vi propongo qui la ricetta del Khao mao tod: banane avvolte in una pastella a base di farina di riso e latte di cocco.

Ingredienti e dosi per 6 persone

  • 250 grammi di cocco fresco. In alternativa può essere usato il cocco in polvere
  • 100 grammi di zucchero di palma sminuzzato
  • 12 bananitos (banane mignon) o 6 banane normali
  • 1,25 litri di olio per friggere
Per la pastella
  • 300 grammi di farina di riso glutinoso
  • 0,25 litri di latte di cocco
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo (facoltativo)

Preparazione

Grattuggiate il cocco e mescolatelo con lo zucchero di palma.

Fate cuocere il composto a fiamma bassa in una padella antiaderente, mescolando continuamente per evitare che si formino grumi. Dopo 15 minuti togliete dal fuoco e versate in una scodella.

Preparate la pastella sbattendo l’uovo. Aggiungete poi la farina di riso glutinoso, il latte di cocco e i semi di sesamo e mescolate. Lasciate quindi riposare a temperatura ambiente per 3 ore.

Rotolate i bananitos o i pezzi di banana prima nel composto di cocco e zucchero e poi nella pastella. Se usate le banane normali tagliatele in due o tre pezzi prima di questa operazione.

Fate friggere le banane nell’olio molto caldo fino a quando non saranno dorate.

Asciugatele su un foglio di carta da cucina e servitele calde.

Note

Non dovreste avere problemi a procurarvi tutti gli ingredienti di questa ricetta, facilmente reperibili sia nei reparti dei cibi etnici dei supermercati che nei negozi specializzati ormai diffusi ovunque.

L’impiego della farina di riso glutinoso non deve preoccuparvi perché, a discapito del nome, è priva di glutine e pienamente adatta alla dieta dei celiaci. L’aggettivo glutinoso si riferisce infatti alla capacità legante di questo prodotto che permette di creare impasti ben compatti.